CONTROCORRENTE Atti Vandalici nelle scuole di Catanzaro. TUTTA COLPA DEGLI ALTRI?

DATA 10 Gennaio 2022 - Gipo

CONTROCORRENTE
Atti Vandalici nelle scuole di Catanzaro.
TUTTA COLPA DEGLI ALTRI?

Non lo faccio per partito preso, ma perché la vita e la fede, mi hanno insegnato quale sia la via migliore da intraprendere, per sperare di  comprendere l'animo umano.

Leggo post di condanna feroce nei confronti del vile atto vandalico, perpetrato ai danni di alcuni Istituti Scolastici della città.
Ma noto soprattutto la determinazione e la superficialità, con la quale concludiamo la nostra indagine moralista, emettendo una sentenza di condanna, senza possibilità di appello, nei confronti non solo dei responsabili diretti, ma anche delle loro famiglie.

Mi sia consentito di dissentire dissociandomi, anche se solo parzialmente, da questa marea di giudici inflessibili, invitando tutti, me compreso, a fare un passo indietro da questi tribunali della gogna, sforzandoci di fare una riflessione costruttiva sull'accaduto.

Il monito, giustamente rivolto al gesto esecrabile che si è consumato oggi nelle case dei nostri studenti, non deve essere rivolto esclusivamente agli autori di questo ignobile atto vandalico o ai loro genitori ( chi sa quanto copevoli e/o consapevoli del degrado morale dei loro figli).

Personalmente sono qui a interrogarmi per cercare di comprendere quanta parte di colpe abbiano le istituzioni tutte, nazionali e territoriali, che avrebbero dovuto garantire con il loro comportamento onesto, leale, chiaro, logico competente e professionale e chiarificatore non solo e non tanto a risolvere il problema emergenziale generale e/o locale, permanente e/o temporaneo, globale e/o particolare che affligge i nostri territori e che, dopo due anni, è praticamente al punto di partenza, non tanto  e non solo sul piano Epidemiologico e Sanitario, quanto su quello logistico-operativo ed economico.

Perché, vedete, ritengo che il compito di una Istituzione capace e credibile è soprattutto quello  di riuscire a garantire e consolidare la coesione sociale, anziché farsi promotrice, direttamente o indirettamente, della nascita e crescita delle odierne fazioni di guelfi e ghibellini, no e pro a favore o contro qualcosa o qualcuno vax, fomentando incomprensioni, contrapposizioni e odio, sempre più incontrollabili e ingestibili.

Siamo tutti concordi sulla inaccettabilità della vergogna che si è consumata in data odierna, che ha colpito nel profondo la dignità della nostra comunità tutta.

Credete forse però che questo sia il massimo livello di degrado possibile?
O avete anche voi la sensazione che qualcosa di ancora più grave e pericoloso potrebbe concretizzarsi da qui a breve?

Se ritenete che questo rischio sia non solo ipotizzabile, ma realisticamente concretizzabile, sarebbe il caso che oltre alla ferma condanna per l'accaduto ciascuno di noi debba provare  a chiedere a se stesso cosa non ha fatto ancora, cosa avrebbe potuto fare di meglio o cosa ancora potrà fare per dare il suo personale contributo sociale e civico, per impedire che questa deriva di folle disumanità, investa la società tutta, e  ci travolga sotto quest'onda gigantesca di delirio comprensivo e comportamentale.

IL VERO CAMBIAMENTO CHE DESIDERIAMO STIMOLARE NEL PROSSIMO, PARTE SEMPRE DA CIÒ CHE DEGLI ALTRI SAREMO CAPACI DI TRASFORMARE, INCOMINCIANDO  PERÒ COL MODIFICARE CIÒ CHE NON VA' IN NOI E NON SIAMO STATI ANCORA CAPACI DI COMPRENDERE.

Associazione Culturale Darvin.eu
Via De Gasperi, 7 - 88100 Catanzaro
Ultime Notizie
06 Giugno
VAI AL BLOG
© 2021 - RadioCiak - PIVA: 03678010798
Designed by: